Sei in: Home » Città » Venezia » Monumenti » Torre dell'Orologio
Città

Torre dell'Orologio

Torre dell'Orologio - i monumenti più belli di Venezia

La torre dell’Orologio è un dei tanti monumenti di Venezia. Si trova in piazza San Marco ed è in stile rinascimentale.

La torre consta di un corpo centrale la cui costruzione risale alla fine del XV secolo (nello specifico tra il 1496 e il 1499) su progetto dell’architetto Mauro Codussi. Successivamente alla torre furono aggiunte due ali laterali che riprendono lo steso stile architettonico.

L’elemento di spicco della Torre dell’Orologio veneziana è il quadrante: in oro e smalto blu, segna ora, giorno, fasi lunari e segno zodiacale…uno gioiello di astronomia e tecnologia dell’epoca! Il quadrante fu restarauto diverse volte per conservare al meglio le sue peculiarità – un primo restauro fu fatto nel 1757, mentre quello più recente risale al 1997 ed è stato terminato nel 2006.

L’orologio è dotato anche di un particolare meccanismo quattrocentesco a carillon che però è visibile solo il giorno dell’Epifania. Grazie a questo meccanismo allo scoccare di ogni ora, il pannello laterale delle ore si apre per fare spazio ad un carosello di statue in legno che raffigurano i personaggi della Natività e i Re Magi. Le statue scorrono su dei binari lungo la piattaforma semicircolare nella parte superiore del quadrante e rientrano nella Torre dell’Orologio dal alto opposto (attraverso il pannello dei minuti).

L’interno della Torre dell’Orologio è visitabile solamente su prenotazione, con al giuda e un accompagnatore specializzato. Vi sono cinque diversi piani accessibili e il percorso comprende un breve excursus della storia dell’edificio, il meccanismo di funzionamento dell’orologio ed è possibile anche vedere le stupende statue lignee dei Magi e dell’Angelo che il giorno vengono portate in processione per Venezia.

Dall’ultimo piano delle torre si accede alle due torri laterali e alla terrazza soprannominata dei Mori di Venezia: ovvero una terrazza dove si trovano due statue di bronzo raffiguranti due pastori che battono con una mazza le ore su una grande campana e sono chiamati così dai veneziani per il colore bruno della loro pelle. Da qui è garantita anche una veduta panoramica mozzafiato della Laguna di Venezia e di tutta piazza San Marco.

Approfondimento