Sei in: Home » Città » Milano » Monumenti » Certosa di Garegnano
Città

Certosa di Garegnano

Certosa di Garegnano - guida ai monumenti di Milano

La Certosa di Garegnano è un monastero dell’hinterland milanese, precisamente nella parte nord-occidentale, un tempo bucolica periferia del più sviluppato centro urbano.

La fondazione della certosa si deve a Giovanni Visconti nel 1349. Egli era Signore ed Arcivescovo di Milano e decise di costruire un luogo dove i monaci potevano pregare in pace, vivere in silenzio, meditazione e solitudine lontano al caos cittadino. La tradizione popolare asserisce che la certosa fu fondata anche perché i monaci dovevano pregare al posto di Giovanni, che non aveva tempo per farlo a causa dei doveri amministrativi e cittadini.

La Certosa di Garegnano fu costruita in pochi anni, anche se la grande chiesa monastica fu consacrata solo nel 1367, e fu donata ai monaci seguaci di San Bruno.
Verso la fine del XIV secolo la Certosa fu ampliata e modificata sotto l’impulso e la cospicue donazioni del nuovo Signore di Milano Luchino Visconti: la costruzione di cappelle e sale modificò parte dell’assetto originario della certosa che divenne così famosa nella zona con l’appellativo di “bella e nobile”. Lo splendore e la popolarità di cui godeva la Certosa di Garegnano sono testimoniati dai continui pellegrinaggi, dalle visite che quotidianamente i monaci ricevevano e dalle offerte dei privati cittadini.

L’edificio divenne anche un rifugio sicuro contro i briganti che erano particolarmente diffusi in quel periodo nei territori alla periferia di Milano, in particolare nel Bosco della Merlata, posto nelle vicinanze del Monastero. Purtroppo la stessa Certosa non fu risparmiata dai briganti e il 23 aprile del 1449 fu saccheggiata e derubata di numerosi beni.

La Certosa di Garegnano è oggi famosa per gli affreschi e le opere d’arte che preserva al suo interno e a cui lavorarono artisti del calibro di Simone Peterzano, maestro del celebre Caravaggio, e Daniele Crespi. Nella sala capitolare, ad esempio, è possibile vedere una bellissima volta affrescata che ritrae San Michele, realizzata da Bernardo Zenale agli inizi del XVI secolo.

Approfondimento